Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Salute della donna
In questa fascia di età ti consigliamo una periodica visita di controllo dal medico di medicina generale che stabilirà, a seconda del tuo stato di salute, la prescrizione di eventuali visite specialistiche.

Il medico curante stabilisce, in base al tuo stato di salute, la periodicità dei controlli clinici e strumentali più appropriati da fare in questa fascia di età come esami ematochimici, delle urine e il controllo della pressione arteriosa.

In questa fascia di età sono previste le seguenti vaccinazioni:

  • richiamo del vaccino contro difterite, tetano e pertosse ogni 10 anni
  • vaccino contro morbillo, parotite e rosolia (se soggetto suscettibile, perché non ha avuto anche una sola delle 3 malattie o non è stato precedentemente vaccinato con 2 dosi)
  • vaccino contro la varicella (se soggetto suscettibile, perché non ha avuto la malattia o non è stato precedentemente vaccinato con 2 dosi)
  • vaccinazione anti-influenza stagionale (ogni anno). Presso i Servizi di vaccinazione della ASL o dal medico di medicina generale si possono avere informazioni su tempi e modi di somministrazione del vaccino.

per saperne di più consulta:


Da 50 fino a 69 anni ti consigliamo di partecipare ai programmi di screening per il tumore seno, secondo le Linee-guida del Ministero, accettando l'invito della ASL di residenza ad effettuare una mammografia bilaterale ogni 2 anni.
Il rischio di contrarre un tumore della mammella aumenta comunque con l’età per cui ti consigliamo di consultare il medico curante sulla opportunità di continuare o meno a sottoporti spontaneamente a controllo con mammografia.

Da 50 anni fino a 69 anni ti consigliamo di partecipare ai programmi di screening per il tumore del colon-retto, secondo le Linee-guida del Ministero, accettando l'invito della ASL di residenza ad effettuare un test del sangue occulto fecale ogni 2 anni (o la rettosigmoidoscopia se la ASL ha scelto questo tipo di screening).


Per mantenersi in buona salute è importante mantenere uno stile di vita sano che preveda una alimentazione equilibrata e regolare attività fisica.

Alimentazione

E’ importante che la dieta sia varia e appetibile e che garantisca un adeguato apporto di macro e micronutrienti. Nell’età avanzata si possono, infatti, verificare condizioni quali riduzione dell’appetito, disidratazione, difficoltà masticatorie o patologie intestinali o renali, più frequenti in questa fascia d’età, che possono causare stati carenziali.
Adeguate quantità di frutta e verdura, oltre a proteggere da malattie croniche, assicurano un rilevante apporto di carboidrati complessi, vitamine, minerali e sostanze protettive antiossidanti. È bene consumare spesso legumi e ridurre il consumo di grassi animali, alcolici e sale da cucina.

Attività fisica

Per migliorare la salute cardiorespiratoria e muscolare, ridurre il rischio di malattie croniche non trasmissibili, depressione e declino cognitivo, le donne over65 anni, previa valutazione medica, devono svolgere almeno 150 minuti alla settimana di attività fisica aerobica di moderata intensità o almeno 75 minuti di attività fisica aerobica a intensità vigorosa ogni settimana o una combinazione equivalente di attività con intensità moderata e vigorosa.
Si raccomanda, inoltre, di associare esercizi di rafforzamento dei maggiori gruppi muscolari 2 o più volte la settimana nonché attività per migliorare l’equilibrio e prevenire le cadute 3 o più volte la settimana per coloro che hanno una ridotta mobilità.
Le donne  che non possono raggiungere i livelli raccomandati, a causa delle loro condizioni di salute, dovrebbero adottare uno stile di vita attivo e svolgere attività a bassa intensità, nei limiti delle proprie capacità e condizioni.  Infatti, anche attraverso le normali occupazioni della vita quotidiana (gli acquisti, le pulizie e la preparazione dei pasti) si può mantenere un adeguato livello di attività. Anche per le donne over65 è bene ridurre i lunghi periodi di sedentarietà, come guardare la televisione, poiché potrebbero costituire un fattore di rischio a sé per la salute, a prescindere da quanta attività si pratichi in generale.

Per saperne di più consulta:


Il fumo è "la prima causa di morte facilmente evitabile" in quanto causa di cancro, malattie cardiovascolari e respiratorie. Ricorda: è sempre il momento di smettere!
Esiste poi un rapporto tra il consumo di quantità anche moderate di alcol e l'insorgenza di tumore al seno.

Per saperne di più consulta:


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 21 aprile 2016, ultimo aggiornamento 22 aprile 2020

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area